“England is mine” – Underworld ed Elbow per le Olimpiadi

La notizia era nell’aria da un bel pezzo. Gli Underworld sono stati nominati direttori musicali della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra. Se ne parla dal 7 dicembre scorso, ma la curiosità è destinata ad aumentare. Perché a dirigere lo show sarà (udite udite) il regista Danny Boyle. Una collaborazione già sperimentata ai tempi di  “Trainspotting” (esatto, “Born Slippy” e tutto quello che è successo dopo il 1996) ma adesso la domanda è: cosa si inventeranno? “Aspettatevi delle sorprese”, ha dichiarato Karl Hyde a Billboard.

E sempre a proposito di Londra 2012, ecco la seconda novità. L’inno ufficiale dei Giochi Olimpici verrà scritto dagli Elbow. Non riesco a nascondere una certa soddisfazione. Avevo deciso di inserire “Build a rocket boys!” nella mia personale Top 10 di fine anno giusto per fare uno sgarbo a Chris Martin. Gli Elbow avevano tutte le carte in regola per diventare i nuovi Coldplay. Hanno lavorato come formichine  fino a conquistare un’autorevolezza che solo i grandi possono permettersi. E alla fine gli allievi hanno superato i “maestri”. Testa bassa ed umiltà sono indispensabili, nella musica come nella vita. Vero è che l’ultimo album si perde un po’ sulla lunga distanza, ma quando una band considerata “minore” se ne esce dal cilindro con un piccolo capolavoro come “Leaders of the free world” bisogna solo togliersi il cappello e fare un bell’inchino.

Certo, Martin e compagnia hanno le loro responsabilità. “Parachutes” era stato un best seller inatteso, bissato da quella meraviglia di “A rush of blood to the head”. Poi, il dimenticatoio. Da “X&Y” in poi i Coldplay si trasformano una sorta di Circo Orfei del rock. Barocchi ed enfatici, i “nuovi U2” hanno detto addio ai bei tempi di Yellow. Un peccato, perché ogni volta che ascolto l’attacco di The scientist la bocca dello stomaco inizia a chiudersi. Ad ogni modo: chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Siamo solo a gennaio, ma il 2012 potrebbe regalare agli Elbow quella consacrazione al grande pubblico finora sempre rimandata.


About these ads

2 risposte a ““England is mine” – Underworld ed Elbow per le Olimpiadi

  1. Sono completamente d’accordo sul fatto che i Coldplay vadano salutati con la manina e il classico fazzolettino bianco da “X&Y” in poi.
    Sono davvero contenta per gli Elbow.
    E ammirando Danny Boyle un sacco, non vedo l’ora di vedere cosa succederà con gli Underworld.
    Grazie per queste belle novità!

  2. Bel blog! Complimenti! Completamente d’accordo sul discorso che fai sui Coldplay; tra l’altro ultimamente per me sono insopportabili. Non che la colpa sia la loro, ma sono sulla bocca e bacheca di molte teenager (bimbeminkia?) che non fanno altro che postare le loro ultime canzoni a ripetizione, un po’ come succede alle amanti di Justin Bieber. Sono diventati troppo commerciali e la qualità ne ha risentito parecchio.
    Non sapevo che gli Underworld fossero i nuovi direttori artistici musicali delle olimpiadi… sicuramente ci sarà da divertirsi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...